(Tempo di lettura: 14 min)

Un ETF (Exchange-Traded Fund), è un prodotto finanziario ibrido che fonde le azioni con la struttura dei fondi comuni. È simile a un fondo comune, ma a differenza di quest’ultimo, è quotato in un mercato secondario di titoli o in borsa. 

Per avere un’idea più precisa, possiamo immaginare un ETF come un paniere diversificato di titoli o attività finanziarie. Questo paniere può contenere azioni di società, obbligazioni, materie prime, indici… Pertanto, il suo prezzo sale o scende a seconda della performance dell’indice di riferimento o dei titoli quotati che compongono quel paniere.

Background degli ETF e la loro ascesa in popolarità

Gli ETF hanno un primo antecedente nel 1989, quando furono progettate le azioni di partecipazione all’indice S&P 500. Tuttavia, una corte federale di Chicago stabilì che il fondo funzionava come i contratti futures, anche se erano garantiti e collateralizzati come un’azione. Il successivo tentativo di creare il moderno ETF fu intrapreso dalla Borsa di Toronto nel 1990 e fu chiamato Toronto 35 Index Participation Units (TIP 35). Si trattava di un certificato di deposito o di uno strumento basato su una ricevuta che tracciava l’indice TSE-35.

State Street Global Investors ha lanciato, nel 1993, l’S&P 500 Trust o SPDR ETF. Tuttavia, il primo ETF statunitense gestito attivamente è arrivato sul mercato 15 anni dopo. Barclays è entrata nel business degli ETF nel 1996 e Vanguard nel 2001. Al dicembre 2019, secondo la società di ricerca ETFGI, circa 7.000 ETF venivano scambiati in tutto il mondo.

ETFs-growth
Il numero di investitori che utilizzano gli ETF e la quantità di denaro investito attraverso questi strumenti finanziari è solo aumentato da quando gli ETF sono stati creati, grazie ai molteplici vantaggi che offrono rispetto ai prodotti tradizionali. Fonte: ETFGI

Infatti, da quando gli ETF sono stati creati la loro popolarità tra gli investitori non ha fatto che aumentare, e con ogni anno che passa, il denaro investito attraverso questo innovativo prodotto finanziario cresce.

Ma qual è la ragione del boom di popolarità degli ETF? Per rispondere a questa domanda dobbiamo analizzare i vantaggi offerti da questo prodotto di investimento finanziario.

Quali vantaggi offrono gli ETF agli investitori?

Flessibilità e immediatezza

Per cominciare, gli ETF sono quotati sul mercato azionario secondario e quindi il loro prezzo può essere seguito in ogni momento della sessione. Nel caso dei fondi comuni tradizionali, possiamo conoscere il loro valore e prezzo solo alla fine della giornata, quando la borsa chiude.

Gli ETF possono essere comprati e venduti al prezzo al quale sono scambiati al momento della transazione. Cioè, possiamo aprire e chiudere posizioni di ETF in qualsiasi momento della giornata (finché il mercato è aperto) conoscendo esattamente il prezzo al quale stiamo comprando o vendendo.

Al contrario, nel caso dei fondi tradizionali, il valore della partecipazione può essere calcolato solo quando il mercato chiude. Allo stesso modo, per comprare o vendere un fondo comune tradizionale ci vogliono di solito alcuni giorni dal momento in cui piazziamo l’ordine fino a quando viene eseguito con successo. 

Investimento completamente passivo

Con gli ETF l’investimento è passivo in quanto cerca solo di replicare il comportamento dell’indice o dei titoli contenuti nel “paniere” dell’ETF, senza l’intervento di un fund manager.

Questo, che a priori potrebbe sembrare uno svantaggio, rappresenta una grande attrazione per molti investitori. Come spiega il professore di economia Kent Smetters della Wharton School of Business (University of Pennsylvania), l’investimento passivo supera i fondi gestiti il 97% delle volte.

ETF-inversion
L’investimento passivo, che mira a seguire un indice di riferimento o un mercato, senza l’intervento di un gestore di fondi, ottiene rendimenti migliori dei fondi gestiti il 97% del tempo.

Per quanto possa sembrare paradossale, i gestori di fondi riescono a sovraperformare i loro indici di riferimento solo il 3% delle volte; quindi statisticamente parlando abbiamo molte più possibilità di ottenere rendimenti più elevati investendo in un prodotto di investimento passivo, legato all’indice, come gli ETF. (Poco più avanti raccomandiamo i migliori ETF passivi indicizzati).

Commissioni più basse

Quando si acquistano ETF, le commissioni vengono pagate al gestore del fondo scambiato in borsa e al broker (oppure no, alcuni broker offrono ETF senza commissioni). Queste commissioni sono di solito molto basse, generalmente tra lo 0,03%-0,5%. Nel caso dei fondi tradizionali (specialmente quelli a gestione attiva), sono più alte, dato che lo “stipendio” del gestore del fondo deve essere pagato, spesso indipendentemente dai risultati ottenuti.

Anche le basse commissioni degli ETF sono un grande incentivo e motivo del successo di questo prodotto. Anche se un risparmio dell’1% o 2% all’anno in commissioni di gestione potrebbe non sembrare molto, se sommiamo quel risparmio anno dopo anno — e per effetto dell’interesse composto — possiamo ottenere ritorni drasticamente più alti con il passare del tempo.

Barriera d’ingresso molto bassa

I fondi negoziati in borsa possono essere acquistati con pochissimo denaro: il broker che raccomandiamo qui sotto ti permette di investire in ETF a partire da soli $50 (o l’equivalente in euro).

Per esemplificare, immaginate di investire 50 dollari in un ETF che è composto da azioni delle prime 100 aziende tech statunitensi (Amazon, Apple, Netflix, Google, Tesla…) in un clic e pagare una commissione di solo 0,05% al gestore dell’ETF. 

Ora, per un momento, immaginate di provare a fare la stessa cosa manualmente: Comprare piccole porzioni di azioni di ognuna di queste 100 aziende, e pagare le commissioni singolarmente per ogni transazione… Sarebbe completamente irrealizzabile.

Diversificazione

Quando si acquista un ETF settoriale si acquista un gruppo di azioni di diverse società. Nel caso degli ETF indicizzati, essi sono un riflesso accurato dell’intero mercato. E quindi qualunque sia l’asset o lo strumento a cui l’ETF è collegato.

Se decidiamo di investire tutto il nostro capitale in Amazon (o in qualsiasi altra società) è chiaro che se dovesse succedere qualcosa ad Amazon il nostro capitale sarebbe drasticamente esposto all’evento. Ma… E se investissimo in un ETF con un benchmark sulle 100 aziende tecnologiche statunitensi? In tal caso, anche se Amazon fallisse, l’effetto che un tale evento avrebbe sul nostro portafoglio diversificato sarebbe minimo.

Gli ETF sono diversificati per antonomasia e questo forse costituisce il loro principale vantaggio e punto di forza. La diversificazione protegge l’investitore da eventi inaspettati.

Liquidità

Gli ETF sono prodotti molto scambiati sul mercato poiché attirano numerosi fondi istituzionali (compresi i fondi pensione), movendo miliardi ogni giorno.

Come gli ETF sono costantemente comprati e venduti in tutto il mondo godono di grande liquidità. Entrare e uscire dall’exchange-traded fund è molto facile, un grande vantaggio di questi strumenti, dato che la liquidità è una delle variabili da prendere in considerazione quando si struttura qualsiasi portafoglio, non importa quanto piccolo.

Come investitore, una delle situazioni peggiori che puoi affrontare è la mancanza di liquidità. Cioè, cerchi di vendere un’attività e non ci sono acquirenti disponibili.

Trasparenza

Con gli ETF, essendo quotati in borsa, è possibile seguire il loro prezzo in qualsiasi momento della giornata. Inoltre, con gli ETF, possiamo sempre vedere la loro composizione (quali azioni o titoli lo compongono).Tutte queste informazioni sono pubbliche e facilmente disponibili.

Varietà

Gli ETF ci permettono di investire in una varietà molto ampia di attività finanziarie. E non intendiamo solo nella varietà all’interno dell’ETF ma nella varietà di ETF disponibili. 

ETF-diversificazione
Grazie agli ETF possiamo creare un portafoglio con molta diversificazione e varietà settoriale senza pagare commissioni e con un lavoro minimo da parte dell’investitore.

Per esempio, immagina di avere 200€ da investire. Grazie agli ETF puoi ottenere un portafoglio come il seguente con poco sforzo:

  • 50€ in un ETF composto dalle principali aziende tecnologiche statunitensi (100 aziende)
  • 50€ in un ETF composto da azioni di società pioniere della biotecnologia e del biomedicale (50 società).
  • 50€ in un ETF composto dalle start-up più promettenti della Cina (35 aziende).
  • 50€ in un ETF che vi dà esposizione al mercato del petrolio, approfittando che a causa della crisi del coronavirus, potrebbe essere un buon momento per investire nel petrolio.

Hai capito il quadro? Con soli 200€ (e 4 click) hai creato un promettente portafoglio di investimenti che ti dà esposizione a 185 aziende pioniere in tutto il mondo e al mercato del petrolio.

Gli ETF sono strumenti finanziari ideali per investitori inesperti e/o piccoli?

Nel lungo termine investire nel mercato azionario è di solito l’opzione migliore per un investitore prudente, sia “principiante” che esperto. Tuttavia, investire nel mercato azionario “manualmente” (cioè, selezionare individualmente le aziende che comporranno il portafoglio) è un compito titanico e al di là della portata della maggior parte dei mortali

Ecco dove entrano in gioco gli ETF e la loro diversificazione: perché cercare in quali aziende investire quando si può investire in tutte le aziende, diversificando, mitigando i rischi e risparmiando un sacco di tempo?

Gli ETF facilitano l’accesso di nuovi e piccoli investitori a uno strumento diversificato che può replicare facilmente e in sicurezza qualsiasi indice. Grazie a loro, e senza la necessità di investire molto tempo e fatica, gli investitori possono ottenere i benefici dei mercati dei capitali che, come dimostrano le prove empiriche, superano i fondi gestiti il 97% delle volte

Nel caso in cui tu abbia ancora dei dubbi, gli ETF sono strumenti ideali per i piccoli investitori e per le persone che sono appena agli inizi nel mondo degli investimenti. Sono molto facili da capire, statisticamente parlando possono darti più benefici di quasi tutti gli altri strumenti, hanno un rischio moderato e ti permettono di familiarizzare con concetti come diversificazione, rischio, redditività, indici o azioni, tra gli altri.

Come investire in ETF?

Prima di tutto, per investire in ETF, hai bisogno di un broker. Ricordate che qualche paragrafo sopra abbiamo detto che gli ETF sono quotati sul mercato secondario? Bene, il broker è l’intermediario che “apre la porta” al mercato secondario.

Uno dei broker più consigliati che abbiamo trovato per investire in ETF è eToro.com. Si tratta di una piattaforma di investimento utilizzata da più di 10 milioni di utenti, con sede a Londra e autorizzata dalla CySEC e dalla FCA (il regolatore britannico).

Legal & risk warning: eToro is a multi-asset platform which offers CFD and non CFD products. 71% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider. You should consider whether you can afford to take the high risk of losing your money.
ETFs-etoro
Su eToro troviamo 145 ETF dei più popolari gestori di fondi in cui possiamo investire senza pagare commissioni per l’acquisto, la vendita o la custodia del bene.

Inoltre, quando si tratta di investire in ETF, eToro ha più di 145 diversi ETF di alcuni dei più rinomati gestori di fondi del mondo: iShares (di proprietà di BlackRock), Invesco, Vanguard, SPDR, etc.

> Vai su eToro.com per aprire un conto completamente gratuito <

Legal & risk warning: eToro is a multi-asset platform which offers CFD and non CFD products. 71% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider. You should consider whether you can afford to take the high risk of losing your money.

Quali sono gli ETF più popolari e (potenzialmente) redditizi?

SPDR S&P 500 (SPY) | L’ETF che include le 500 maggiori società statunitensi | Rendimento a 10 anni: ~260%

Lo SPDR S&P 500 (Simbolo: SPY) è il primo e più grande ETF statunitense in termini di patrimonio in gestione. In particolare, questo ETF ha un volume in gestione di 266.416,4 milioni di dollari (fonte).

Questo ETF è parametrato all’indice S&P 500, quindi include le 500 più grandi società statunitensi, tra cui Microsoft, Apple, Amazon, Facebook, Visa, JP Morgan, Intel, Mastercard, Bank of America, AT&T, Walt Disney, Nvidia, Pfizer, Pepsi… In altre parole, investendo in questo exchange-traded fund stiamo investendo nelle prime 500 aziende degli Stati Uniti (e, di conseguenza, in alcune delle più grandi aziende del mondo).

Performance ETF SPY SPDR
Il grafico mostra la performance dello SPDR S&P 500 ETF (SPY) negli ultimi 10 anni. Come si può vedere, anche con l'”inciampo” causato dalla crisi del coronavirus, questo ETF ha ottenuto un rendimento vicino al 300% negli ultimi 10 anni.

In termini di performance, l’ETF è riuscito a dare ai suoi investitori un rendimento vicino al 300% negli ultimi 10 anni. Se è vero che ha avuto un buon “inciampo” con la crisi del coronavirus, al momento della scrittura di questo articolo è già riuscito a recuperare più della metà della caduta.

Come investire in questo ETF?

Il sito eToro. com può essere trovato cercandolo tramite il suo simbolo (SPY) o al seguente indirizzo: https://www.etoro.com/markets/spy.

Legal & risk warning: eToro is a multi-asset platform which offers CFD and non CFD products. 71% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider. You should consider whether you can afford to take the high risk of losing your money.

Vanguard Total Stock Market (VTI) | L’ETF che copre tutte le società americane quotate in borsa | Rendimento a 10 anni: ~150%

La diversificazione del portafoglio portata al massimo livello: Il Vanguard Total Stock Market exchange-traded fund (Simbolo: VTI) è composto da azioni di tutte le 3.513 società quotate sul mercato azionario statunitense, come specificato da Vanguard.

E’ il terzo più grande ETF al mondo per fondi in gestione, e investendo in esso si ottiene l’esposizione all’intera economia statunitense (comprese le grandi e piccole aziende in ogni settore che si possa immaginare).

A causa della sua alta diversificazione e del fatto che include meno società “leader” del primo ETF che abbiamo visto, il suo rendimento è più modesto:

ETF VTI 10-year return
Il Vanguard Total Stock Market ETF (VTI), a causa della sua estrema diversificazione, ha ottenuto un rendimento decennale inferiore a quello dello SPY ETF.

Come possiamo vedere nel grafico, il suo rendimento negli ultimi 10 anni — tenendo conto del calo causato dalla COVID-19 — è intorno al 150%.

Come investire in questo ETF?

Il sito eToro. com può essere trovato cercandolo tramite il suo simbolo (VTI) o al seguente indirizzo: https://www.etoro.com/markets/vti.

Legal & risk warning: eToro is a multi-asset platform which offers CFD and non CFD products. 71% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider. You should consider whether you can afford to take the high risk of losing your money.

Invesco Powershares (QQQ) | L’ETF che include i 100 titoli tecnologici statunitensi | Rendimento a 10 anni: ~230%

L’Invesco Powershares (Simbolo: QQQ) è un altro degli ETF più popolari al mondo e uno che ha dato ai suoi investitori i rendimenti più alti. Il suo rendimento negli ultimi 10 anni è di circa +230%.

Questo exchange-traded fund è parametrato all’indice Nasdaq 100, quindi è composto dalle 100 maggiori società tecnologiche statunitensi: Apple, Amazon, Alphabet, Facebook, Cisco, Adobe, Booking, eBay, Intel, Netflix…

Invesco-QQQ-performance-10a
L’Invesco Powershares QQQ ETF ha avuto un rendimento stimato di +230% negli ultimi 10 anni. Nel momento in cui scriviamo, questo exchange-traded fund si è già ripreso dalla flessione causata dalla crisi del coronavirus.

Come possiamo vedere, questo exchange-traded fund ha avuto un ritorno più ripido negli ultimi 4 anni. Vale la pena ricordare che questo ETF, al momento della scrittura, ha quasi completamente recuperato dalla caduta causata dal coronavirus, in quanto ci sono state molte aziende tecnologiche che sono uscite più forti da questa recente crisi.

Come investire in questo ETF?

L’interno eToro. com può essere trovato cercandolo tramite il suo simbolo (QQQ) o al seguente indirizzo: https://www.etoro.com/markets/qqq.

Legal & risk warning: eToro is a multi-asset platform which offers CFD and non CFD products. 71% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider. You should consider whether you can afford to take the high risk of losing your money.

Quali altri ETF interessanti possiamo trovare per investire?

Anche se per parlare degli ETF più interessanti sul mercato avremmo bisogno di un intero articolo, non vorremmo concludere questo articolo senza menzionare brevemente i seguenti exchange-traded fund:

  • Vanguard FTSE Emerging Markets ETF (VWO): L’ETF per eccellenza che vi darà esposizione ai mercati emergenti (le economie con più potenziale di crescita nel mondo). Geograficamente, si concentra sulle aziende in Cina, Brasile, Taiwan e Sudafrica. A livello settoriale, copre principalmente la tecnologia, la finanza, le società di comunicazione e i beni di consumo. Potete trovarlo su eToro.com al seguente URL: https://www.etoro.com/markets/vwo (o cercatelo con il suo simbolo: VWO).
Legal & risk warning: eToro is a multi-asset platform which offers CFD and non CFD products. 71% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider. You should consider whether you can afford to take the high risk of losing your money.
  • SPDR Gold ETF (GLD): Il più grande exchange-traded fund sostenuto da oro fisico nel mondo. Vuoi investire in oro senza dover tenere i lingotti sotto il materasso o dover pagare le spese di custodia del metallo prezioso? Questo fondo è stato creato proprio per questo, per investire in oro fisico con un solo click. Lo troverete su https://www.etoro.com/markets/gld
Legal & risk warning: eToro is a multi-asset platform which offers CFD and non CFD products. 71% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider. You should consider whether you can afford to take the high risk of losing your money.
Gold ETF
Lo SPDR Gold ETF è sostenuto da lingotti d’oro vero, situato in una delle più grandi riserve d’oro del mondo.
  • Vanguard Value ETF (VTV): Questo exchange-traded fund ci offre la filosofia value investing applicata agli ETF. È composto da grandi aziende statunitensi che, secondo Vanguard, sono tra le più sicure del mondo e offrono i migliori rendimenti. E non ci sono dubbi: negli ultimi 10 anni ha dato ai suoi investitori un rendimento superiore al 110% (senza contare i dividendi che distribuisce ogni pochi mesi). Per investirci basta andare su: https://www.etoro.com/markets/vtv.
Legal & risk warning: eToro is a multi-asset platform which offers CFD and non CFD products. 71% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider. You should consider whether you can afford to take the high risk of losing your money.
  • iShares Nasdaq Biotechnology ETF (IBB): Quando si parla di biotecnologia e innovazione farmaceutica uno degli ETF di riferimento è questo exchange-traded fund. Questo ETF ci dà l’esposizione alle società top della biotecnologia, della medicina e della farmaceutica. Una grande opzione da includere nel portafoglio di qualsiasi investitore nei tempi attuali, con un enorme ritorno storico: negli ultimi 10 anni, ha dato guadagni del 410% ai suoi investitori, senza contare i dividendi distribuiti. Troverete questo ETF a: https://www.etoro.com/markets/ibb.
Legal & risk warning: eToro is a multi-asset platform which offers CFD and non CFD products. 71% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider. You should consider whether you can afford to take the high risk of losing your money.
  • United States Oil Fund ETF (USO): Questo ETF, come nel caso dello SPDR Gold, ci permette di investire in materie prime in modo facile e agile. In questo caso, l’United States Oil Fund ci dà esposizione al petrolio, in particolare questo exchange-traded fund replica il prezzo di un barile di greggio del West Texas, un punto di riferimento nel settore petrolifero. Questo ETF potrebbe non essere di grande interesse in circostanze normali, ma dato il recente calo del prezzo del petrolio e l’eventuale recupero previsto non appena il mondo si riprende dalla COVID-19, investire nel petrolio può portarci rendimenti sostanziali in un tempo molto breve. Per investire in questo ETF basta andare su https://www.etoro.com/markets/uso.

 

Legal & risk warning: eToro is a multi-asset platform which offers CFD and non CFD products. 71% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider. You should consider whether you can afford to take the high risk of losing your money. This content is intended for information and educational purposes only and should not be considered investment advice or investment recommendation. Indicative prices for illustration purposes. Past performance is not an indication of future results. Trading history presented is less than 5 complete years and may not suffice as basis for investment decision. eToro USA LLC does not offer CFDs and makes no representation and assumes no liability as to the accuracy or completeness of the content of this publication, which has been prepared by our partner utilizing publicly available non-entity specific information about eToro. 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here