(Tempo di lettura: 10 min)

È difficile trovare un investitore che non abbia considerato di investire in Tesla in più di un momento negli ultimi anni. E non c’è da meravigliarsi: Le azioni Tesla sono incluse nel gruppo selezionato di quelle che hanno avuto la migliore performance negli ultimi anni

Dall’inizio dello scorso decennio, quando la società di Elon Musk ha iniziato il suo decollo, le sue azioni hanno accumulato una crescita fulminea, eguagliata solo da titoli del calibro di Amazon o Netflix.

Quando la rivista Time ha nominato la Model S una delle 25 migliori invenzioni dell’anno nel dicembre 2012, ogni azione Tesla era scambiata sul Nasdaq a circa 6 dollari. Da allora, non ha fermato la sua corsa al rialzo fino a raggiungere una media di 700 dollari quest’anno. Un incremento del 11.566% in meno di un decennio. 

In altre parole, 1.000 dollari investiti in Tesla in quei giorni sarebbero diventati 116.000 dollari oggi.

Nemmeno la crisi globale causata dalla COVID-19 è riuscita a rallentare l’ascesa di Tesla, un fatto che non fa che dimostrare la forza dell’azienda di Elon Musk anche in tempi di contrazione economica globale

Il prezzo delle azioni di Tesla, infatti, è aumentato senza precedenti durante la pandemia:

Tesla stock price

Detto questo, vi starete chiedendo: è un buon momento per comprare azioni Tesla? Ha ancora una crescita davanti a sé?

Per rispondere a questa domanda, esaminiamo alcune delle molte ragioni che rendono Tesla un ottimo bene su cui investire.

Perché investire in Tesla a metà del 2021?

1. Tesla ha inventato l’auto elettrica di massa, veloce e con autonomia

Secondo uno studio di Acumen Research and Consulting pubblicato da Globenewswire, tra il 2019 e il 2026, la dimensione del mercato globale dei veicoli elettrici dovrebbe crescere di quasi cinque volte

Il rapporto dice che in sei anni il business globale raggiungerà una stima di 567 miliardi di dollari.

Electric Cars Market growth forecast
L’industria delle auto elettriche è destinata a crescere in modo continuo e costante nei prossimi decenni. | Immagine via Katusa Research.

Spiegato in un altro modo: crescerà a un tasso annuo del 15,6%, una vera “esplosione” per un mercato che fabbrica prodotti costosi come le automobili.

In questo quadro, Tesla ha un grande vantaggio perché il marchio è sinonimo di auto elettriche, proprio come Ford lo era per i veicoli tradizionali all’inizio del XX secolo.

E qualcosa di molto importante: l’innovazione che Tesla ha introdotto nel settore delle auto elettriche è innegabile ed è riuscita a rivoluzionare completamente il settore. Prima di Tesla, le auto elettriche erano costose, lente e con poca autonomia.

I veicoli del futuro saranno elettrici, su questo non ci sono più dubbi. E Tesla è di gran lunga il marchio più ben posizionato per guidare il segmento.

2. Tesla domina sempre più il mercato delle auto elettriche

2,21 milioni di auto elettriche pure (escluse le ibride) sono state vendute in tutto il mondo nel 2019, questo è quasi il doppio del 2017 (1,28 milioni) e quattro volte di più del 2015 (0,55 milioni).

Stiamo parlando di essere in un mercato in crescita esponenziale.

Tesla market share 2020
La quota di mercato di Tesla aumenta ogni anno che passa, mostrandoci che Tesla sta sempre più dominando il mercato delle auto elettriche | Immagine via Tesmanian.

E in questo contesto di crescita esponenziale, Tesla è il concorrente più importante, perché conduce con il 26% di quota di mercato, molto più avanti del suo immediato inseguitore, la cinese BYD (10,4% quota di mercato).

Qualcosa di importante da menzionare, inoltre, è che la quota di mercato di Tesla sta aumentando ogni anno che passa. Tesla, tra il 2017 e il 2020, ha raddoppiato la sua quota di mercato dal 13,5% al 26%. 

In altre parole: Il marchio automobilistico di Elon Musk domina sempre di più il settore delle auto elettriche. Un settore che, ricordiamolo, ha una proiezione di crescita esponenziale nei prossimi decenni

3. Diversificazione geografica: Tesla mette piede in ogni continente

Fino al 2019, Tesla ha prodotto tutti i suoi modelli in tre stabilimenti negli Stati Uniti. Le “gigafactory“, come ama chiamarle Elon Musk.

In California produce circa 390.000 unità di Model S, Model X e Model 3 all’anno; in Nevada produce batterie; e a New York celle per pannelli solari (un altro dei business di Tesla).

Ma con una mossa strategica, nel gennaio 2020, Tesla ha aggiunto un impianto di produzione in Cina. La nuova fabbrica si trova alla periferia di Shanghai ed è stata costruita in soli 10 mesi. 

Elon Musk China Tesla stock
Elon Musk all’inaugurazione dell’impianto di produzione in Cina. Una mossa che, per molti, aumenta la forza dell’azienda e delle sue azioni.

E c’è di più: nel 2021 inaugurerà un’altra fabbrica. Sarà in Germania, a Berlino, dove si aspetta di produrre mezzo milione di veicoli all’anno.

La strategia è evidente: Elon Musk non vuole cadere preda, per esempio, di una nuova guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti, o delle disposizioni fiscali e congiunturali imposte da alcuni paesi.

Mettendo piede in ognuno dei continenti più importanti dal punto di vista commerciale, Musk sta proteggendo i suoi investimenti e il futuro di Tesla.

Per capire queste mosse, bisogna analizzare la logica di queste decisioni: Il mercato cinese è il mercato più grande e in più rapida crescita per le vendite di auto elettriche.

Inoltre, risparmia le tariffe che la Cina impone sull’importazione di auto che arrivano dall’America e, inoltre, migliora le sue relazioni con Xi Jinping (il leader cinese) per gli affari futuri. Una mossa intelligente che porta solo benefici a Tesla e ai suoi investitori.

Con la gigafactory di Berlino la logica è la stessa: avrà un costo maggiore in manodopera, ma lo compenserà con risparmi nel trasporto delle merci e nelle tariffe.

4. Tesla è molto più di un produttore di auto: software e servizi potrebbero essere la sua grande miniera d’oro

Tesla è solo un produttore di auto o una grande azienda tecnologica che vende tecnologia, servizi e software?

Secondo gli analisti di Wall Street, Tesla dovrebbe essere paragonata ad Apple e ad altri giganti della tecnologia, in quanto appartiene chiaramente a questa categoria.

Adam Jonas, un analista di Morgan Stanley, ritiene che le entrate dai servizi e dal software che Tesla venderà supereranno alla fine le entrate derivanti dalle vendite di auto

Lo stesso analista di Wall Street dice che investire in Tesla ora è come “investire in Apple 20 anni fa”, quando la società faceva solo hardware e non vendeva ancora servizi. 

Ma quali servizi vende o venderà Tesla nel prossimo futuro?

Per cominciare, molte delle sue auto sono equipaggiate con il pilota automatico, il noto software “Full Self-Driving” che ha un prezzo aggiuntivo di 10.000 dollari. Questo software può essere acquistato dopo l’acquisto del veicolo, e potrebbe avere aggiornamenti premium, che richiedono pagamenti aggiuntivi o ricorrenti. 

Ma non finisce qui. Come Forbes ha spiegato nel 2018, quando le auto di Tesla saranno completamente autonome milioni di guidatori diventeranno passeggeri; passeggeri che occuperanno il loro tempo comprando e installando app, navigando su Internet o leggendo libri sul sistema multimediale dell’auto. 

È una coincidenza che l’interno della Tesla assomigli più a un centro di intrattenimento che a un’auto tradizionale?

Tesla multimedia system
Gli interni della Tesla sono progettati per fornire un’esperienza multimediale basata sull’intrattenimento.

Ogni Tesla avrà anche un gran numero di informazioni sul suo utente: che tipo di pendolari prendono, in quali ristoranti vanno a pranzo, dove fanno acquisti, in quale palestra vanno…. Il tipo di informazioni altamente segmentate che sono preziose per gli inserzionisti

A quanto sopra dobbiamo aggiungere molti altri servizi che, pur essendo più tradizionali, potrebbero significare un grande aumento delle entrate (e del prezzo delle azioni) di Tesla.

Stiamo parlando di assicurazioni auto, vendita di energia e caricabatterie, produzione e installazione di pannelli solari, Tesla Network (una rete di car-sharing autonomo a cui sta lavorando Elon Musk), ecc. 

5. Investire in Tesla è investire in un visionario senza pari

Elon Musk, controverso magnate e imprenditore nato, è diventato negli ultimi anni un personaggio pubblico senza pari

La fama di Musk va oltre Tesla. Tra le altre imprese che ha in giro per il mondo, ha fondato Paypal, l’azienda di successo dei mezzi di pagamento. L’ha fatta crescere esponenzialmente e l’ha venduta per 1,5 miliardi di dollari. 

Pensa al rapporto Musk-Tesla: Elon non ha fondato Tesla, ma è entrato nella società investendo 30 milioni di dollari (comprando il 22,4% delle azioni) e oggi la società vale più di 700 miliardi di dollari. 

Musk trasforma in oro tutto ciò che tocca: è uno dei grandi visionari del nostro tempo, un Leonardo da Vinci contemporaneo. Il CEO di Tesla ha virtù che oggi sono molto apprezzate: innovazione, visione e avanguardia.

Elon Musk Tesla
Elon Musk, pur con le sue eccentricità, è un indubbio innovatore capace di rivoluzionare interi settori con la sua visione d’avanguardia.

Mentre ha portato Tesla a guidare il mercato delle auto elettriche, Musk è stato la forza trainante della Boring Company, un’azienda dedicata alla progettazione e alla costruzione di macchine perforatrici di tunnel, e della SpaceX, un’azienda con cui cerca di conquistare l’universo. Ecco quanto è ambizioso Musk.

In breve, investire in Tesla significa investire in un grande visionario —indubbiamente il più grande del nostro tempo–, ma anche in un lavoratore instancabile.

Dieci anni fa fu chiesto a Musk quale consiglio avrebbe dato agli imprenditori. Rispose: “Lavorate 90 ore a settimana, o più, perché arriverete al traguardo nella metà del tempo dei vostri rivali, i ‘fannulloni’ che lavorano solo 40 ore a settimana.”

Chi non vorrebbe investire in un genio visionario con un’etica del lavoro così instancabile?

6. Cybertruck e l’opportunità che crea di investire in Tesla

Il lancio dell’ultimo prodotto di Tesla è un chiaro esempio di come il marchio sia un passo avanti del resto (e questo è sinonimo di ritorni per in investitore).

Nel novembre 2019 Musk ha svelato il primo SUV di Tesla, il Cybertruck, un veicolo dal design goffo e spoglio con cui cerca di competere contro un gigante: Il pick-up F-150 della Ford.

Cybertruck Tesla stock price impact
Cybertruck, il SUV elettrico che, contro ogni previsione e per la gioia degli investitori Tesla, ha già raccolto oltre 1,4 milioni di acquirenti in lista d’attesa.

“È un carro armato, duro, proprio come piace agli americani”, ha detto Musk uscendo in difesa quando il Cybertruck è stato criticato.”

Come potrebbe non esserlo?

Come potrebbero non criticarlo quando sembra qualcosa uscito da un film di fantascienza come Blade Runner? Chi vorrebbe comprarlo?

Di nuovo: Non siate così veloci a giudicare Tesla o a sminuire il genio di Elon Musk.

Sono passati sei mesi e lo stravagante Cybertruck ha già 622.000 acquirenti in lista d’attesa per le prime unità che saranno prodotte entro la fine del 2021. 

Al momento della scrittura, si stima che Cybertruck potrebbe avere più di 1,4 milioni di prenotazioni, come riportato dagli utenti del forum Cybertruck Owners Club. (Come riferiscono, quando un acquirente riserva la sua unità può vedere il suo posto nella coda di attesa.)

Ovvero, le attuali prenotazioni del Cybertruck che Tesla ha in mano implicheranno immediatamente un volume di vendite di oltre 50 miliardi di dollari (questi calcoli sono fatti considerando che tutti gli acquirenti opterebbero per il modello Cybertruck più basilare, al prezzo di 40.000 dollari. Tuttavia, molti acquirenti hanno prenotato modelli più alti, il cui prezzo di mercato raggiunge i 70.000 dollari.)

Solo formalizzando queste vendite di Cybertruck, Tesla raggiungerebbe quasi il doppio del suo fatturato annuale.

Può immaginare l’impatto che questo avrà sul suo prezzo delle azioni di Tesla?

 

Come puoi investire in Tesla in questo momento, senza pagare commissioni sull’acquisto delle azioni?

Se vuoi investire in Tesla, l’opzione raccomandata da Investor Times è il broker eToro.com, una piattaforma di investimento utilizzata da più di 20 milioni di utenti, con sede a Londra e autorizzata dalla CySEC e dalla FCA (il regolatore britannico).

Legal & risk warning: eToro is a multi-asset platform which offers CFD and non CFD products. 71% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider. You should consider whether you can afford to take the high risk of losing your money.

Quando si tratta di comprare azioni Tesla, eToro ci offre un grande vantaggio: Non addebita commissioni di alcun tipo (0%) sull’acquisto, la vendita o la custodia delle azioni. Un altro punto importante a favore di eToro è che consente di aggiungere fondi al proprio conto immediatamente con carta di credito, Paypal o bonifico bancario (tra gli altri).

> Vai su eToro.com per aprire un conto completamente gratuito <

eToro.com è il broker dove puoi comprare azioni di Tesla senza commissioni

 

Legal & risk warning: eToro is a multi-asset platform which offers CFD and non CFD products. 71% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider. You should consider whether you can afford to take the high risk of losing your money. This content is intended for information and educational purposes only and should not be considered investment advice or investment recommendation. Indicative prices for illustration purposes. Past performance is not an indication of future results. Trading history presented is less than 5 complete years and may not suffice as basis for investment decision. eToro USA LLC does not offer CFDs and makes no representation and assumes no liability as to the accuracy or completeness of the content of this publication, which has been prepared by our partner utilizing publicly available non-entity specific information about eToro. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here