(Tempo di lettura: 10 min)

Investire nella cannabis è uno dei grandi oggetti di dibattito e controversia nel mondo degli investimenti. La maggior parte delle legislazioni a livello globale prevedono sanzioni per il traffico, la coltivazione o il possesso di marijuana. Oggi, il suo consumo per qualsiasi uso è legale solo in Uruguay, Georgia, Sudafrica, Canada e Messico. Negli Stati Uniti, anche se non è legale a livello federale, il consumo ricreativo è permesso in 19 stati, tra cui Washington, California e New York. 

status cannabis invest per state USA
Nella mappa possiamo vedere, in blu, gli stati USA dove il consumo ricreativo di cannabis è legale; in verde dove è legale per uso medico; la lettera “D” in rosso indica gli stati che hanno deciso di depenalizzare il consumo e il possesso. | Fonte: Wikipedia.

Al contrario, circa 30 stati permettono l’uso della cannabis per scopi medici. La U.S. National Academy of Science, Engineering, and Medicine ha concluso nel 2017 che la marijuana è efficace per il trattamento del dolore cronico. È anche utile contro malattie come il Parkinson, l’Alzheimer e l’epilessia. 

Sempre più paesi sono disposti a mettere da parte i pregiudizi e a valutare i vantaggi economici di investire nella cannabis. Secondo Grand View Research, il mercato globale della cannabis potrebbe raggiungere un volume di 70,6 miliardi di dollari entro il 2028.

E se gli Stati Uniti decidessero finalmente di legalizzare lo stupefacente a livello federale, la crescita dell’industria sarebbe ancora maggiore. In questo frangente, molti investitori vedono la cannabis come un’importante opportunità per far crescere la propria ricchezza. La legalizzazione della cannabis, in effetti, è passata da aneddotica a tendenza globale.  

Prima di investire: Il contesto del business della cannabis negli Stati Uniti

La marijuana medica è legale in 36 stati del paese, mentre 19 stati, incluso il distretto di Columbia, ne permettono l’uso ricreativo. Nelle elezioni generali del 3 novembre 2020, Arizona, Montana, New Jersey e Sud Dakota hanno autorizzato la cannabis per uso adulto. 

inversione legalizzazione marihuana
Negli Stati Uniti, le manifestazioni che chiedono la legalizzazione della cannabis sia a livello statale che federale sono comuni e si verificano da anni in tutto il paese.

Quest’anno, New York ha approvato la legge che legalizza l’uso ricreativo della marijuana per i maggiori di 21 anni, così come la Virginia e il Nuovo Messico. Per il momento, la legge federale rende ancora illegale l’acquisto, la vendita o il possesso di cannabis. La marijuana è nella Tabella I, una categoria riservata a droghe come l’eroina e l’LSD.

Nonostante questo, il presidente Joe Biden sostiene la depenalizzazione dell’uso di marijuana a livello federale, un fatto che accende l’interesse degli investitori. Jen Psaki, segretario stampa della Casa Bianca, ha assicurato che il governo cerca di trasferire la cannabis come una droga della Tabella II. In questo modo, i ricercatori potranno studiare i suoi impatti positivi e negativi.

Nel 2020, i democratici hanno approvato una legge sulla legalizzazione della cannabis alla Camera dei Rappresentanti. Era la prima volta che i legislatori federali approvavano una proposta del genere, ma è stata bloccata dal Senato repubblicano

Quest’anno, i democratici controllano entrambe le camere del Congresso, quindi la legalizzazione federale potrebbe diventare una realtà. Se ciò accadesse, i consumatori non sarebbero gli unici a beneficiarne, ma anche l’industria. Le aziende di cannabis parteciperebbero finalmente al commercio interstatale, aumentando così le entrate fiscali statali e i profitti per le stesse aziende produttrici.

Il sostegno dei cittadini alla legalizzazione della marijuana negli Stati Uniti è in costante aumento da decenni. Nel 2020, l’83% degli elettori democratici sosteneva la legalizzazione; mentre tra i repubblicani il sostegno era del 48%. | Fonte: Gallup.

La decisione incoraggerebbe anche molte aziende a investire nel mercato californiano della cannabis. Attualmente, lo stato è famoso per la coltivazione di alcune delle migliori cannabis del mondo. Se esportasse il suo prodotto, le entrate per l’industria e lo stato andrebbero alle stelle.

Il potenziale di investire nella cannabis

Le stime di Brightfield Group, società di ricerca e analisi di mercato specializzata in cannabis, sono positive. La società prevede che l’industria statunitense della marijuana registrerà 17,7 miliardi di dollari di vendite nel 2021. 

Parimenti, Brightfield Group prevede che raggiungerà 43 miliardi di dollari di vendite entro il 2025. Anche la cannabis potrebbe rivaleggiare con l’industria degli alcolici se raggiungesse i 100 miliardi di dollari entro il 2030, dato che i giovani consumatori stanno rapidamente passando dalle bevande alla marijuana.

Il grafico mostra le aspettative di crescita del mercato globale della cannabis legale nei prossimi anni, la cui crescita prevista è costante e leggermente esponenziale. | Fonte: Statista.

Grazie a questo appello, l’industria della cannabis potrebbe maturare nel lungo termine fino a raggiungere una cifra compresa tra i 200 e i 500 miliardi di dollari secondo le analisi di Canopy Growth e CNBC reporting. Nel frattempo, la spesa per la marijuana legale in Canada ha superato quella del mercato nero per la prima volta nella storia. 

Nel 2018, il governo canadese ha legalizzato l’erba ricreativa. Tuttavia, i consumatori hanno continuato a rivolgersi al mercato nero a causa delle tasse elevate. Infine, il governo canadese ha migliorato il quadro legale per l’acquisto di cannabis nel 2020, portando a un cambiamento nelle abitudini dei consumatori. 

Crescita del mercato medicinale e ricreativo

“Abbiamo davvero rivoluzionato l’industria farmaceutica. Sia che si tratti di cure geriatriche o meno, che si tratti di condizioni artritiche, che si tratti di qualcuno che non riesce a dormire, che si tratti di un trattamento oncologico. Le terapie a base di cannabinoidi colpiscono davvero nel segno”, ha detto Bruce Linton, cofondatore, presidente e amministratore delegato di Canopy Growth.

Grazie alla legalizzazione in diversi mercati, la marijuana medica dovrebbe crescere a un ritmo costante. Nel 2020, la nicchia del dolore cronico ha rappresentato la più grande quota di entrate per il mercato della cannabis. C’è stata una maggiore consapevolezza e una maggiore accettazione sociale dell’uso medico della marijuana nell’ultimo anno. Anche il segmento dei disturbi mentali dovrebbe contribuire al settore, a causa di un aumento del numero di pazienti con stress e ansia. 

cannabis farm invest
L’aumento della domanda medica di cannabis ha portato alla proliferazione di una moltitudine di enormi “fattorie” di produzione, dove la pianta viene coltivata e raccolta sotto stretto controllo.

D’altra parte, la pandemia ha spinto le vendite di marijuana ricreativa durante il 2020 a livelli senza precedenti. Gli Stati Uniti hanno registrato quasi 18 miliardi di dollari di vendite, secondo un analisi di Leafly.com. A livello nazionale, gli adulti hanno acquistato il 67% in più di cannabis l’anno scorso rispetto al 2019. La crescita è stata del 45%, con una differenza di 7,2 miliardi di dollari.

Il Colorado ha fatturato una media di 175 milioni di dollari al mese dalle vendite di marijuana ricreativa nel 2020. Di quel totale, 32 milioni erano in tasse per il governo statale. Da parte sua, le vendite di cannabis ricreativa in California hanno generato 1 miliardo di dollari di entrate per lo stato.

In effetti, il governo americano potrebbe essere uno dei principali attori nella legalizzazione federale della cannabis. 

 

Come investire nella cannabis

Investire nella cannabis comporta l’acquisto di azioni delle società coinvolte nella sua produzione. In primo luogo, abbiamo le aziende coinvolte nella coltivazione della marijuana, l’opzione più scelta da chi decide di investire nella cannabis. Poi, ci sono le società di biotecnologia che studiano i suoi benefici e, infine, le aziende ausiliarie. 

Quest’ultimo gruppo si occupa di fornire servizi di logistica, trasporto e imballaggio. Le opportunità di investire nel mercato della marijuana sono abbondanti. Inoltre, la maggior parte delle aziende ha un livello sufficiente di solidità, trasparenza e credibilità.

Le aziende più interessanti in cui investire

La maggior parte degli investitori tende ad articolare il proprio investimento nella cannabis concentrandosi su poche società di produzione quotate, generalmente le più solide e rinomate. Di seguito elenchiamo le migliori aziende in cui potete investire per ottenere un’esposizione ottimale al mercato della cannabis:

Canopy Growth Corporation (CGC)

Uno dei grandi leader del settore è Canopy Growth (CGC). Il produttore canadese di marijuana opera sotto diversi marchi e commercializza ceppi sia medici che ricreativi. E’ anche la prima compagnia di cannabis ad essere quotata alla Borsa di New York. Da quando si è quotata in borsa nel 2014, si è apprezzata di oltre il 500%, raggiungendo picchi di rendimento del 1.800%. 

Tilray (TLRY)

Tilray è un altro caso di una società canadese quotata alla borsa americana. Fondata nel 2013, è diventata leader nella coltivazione, ricerca e produzione di cannabis. Attualmente ha autorizzazione e certificazione dell’Agenzia Europea dei Medicinali per produrre cannabis e opera in più di 8 paesi.

Sundial Growers Inc (SNDL)

Sundial Growers è un’azienda più modesta delle precedenti. Sebbene sia quotata alla borsa americana, si concentra sul mercato canadese. Produce Cannabis e prodotti derivati, come vapori, estratti, cannabis medica e prodotti derivati non psicoattivi.

Aurora Cannabis (ACB)

Anche a nord delle Americhe c’è Aurora Cannabis. Il produttore canadese è quotato alla Borsa di Toronto e al Nasdaq come ACB. Ha operazioni in 18 paesi e la capacità di produrre fino a 500.000 chilogrammi di cannabis all’anno. Ha anche in programma di espandersi nel mercato alimentare, con la creazione di bevande basate su un ingrediente non psicoattivo della marijuana.

Cronos Group Inc (CRON)

Cronos Group è una grande corporazione dedicata alla cannabis, sotto il cui ombrello sono ospitati più marchi dedicati alla commercializzazione dei suoi prodotti. Si dedica alla ricerca, produzione e distribuzione di cannabis e prodotti derivati, sia per uso ricreativo che medico. Commercializza i suoi prodotti in Canada, USA, Germania, Israele e Australia. Da quando è diventata pubblica, ha accumulato una crescita del 1.800%, anche se in certi momenti ha offerto agli investitori un rendimento del 10.000%.

Grow Generation (GRWG)

Grow Generation, contrariamente alle aziende che abbiamo visto finora, è una società dedicata alla creazione e commercializzazione di soluzioni di coltivazione idroponica,oltre a tutte le infrastrutture necessarie per la coltivazione industriale della cannabis. Negli ultimi anni ha sorpreso con profitti ben al di sopra delle aspettative, un fatto che ha catapultato il suo prezzo delle azioni, che ha accumulato un rendimento del 1.300% da quando la società è stata quotata in borsa nel 2017.

 

Come comprare azioni delle aziende sopra citate e investire in cannabis subito senza pagare commissioni

Se vuoi investire in cannabis comprando le azioni delle società di cui sopra, l’opzione preferita consigliata da Investor Times è il broker eToro.com, una piattaforma di investimento usata da più di 20 milioni di utenti, con sede a Londra e autorizzata dalla CySEC e dalla FCA (l’autorità di regolamentazione britannica).

Avviso legale e di rischio: eToro è una piattaforma multi-asset che offre prodotti CFD e non CFD. Il 67% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre l'alto rischio di perdere i tuoi soldi.

Quando si tratta di investire in cannabis, eToro ci offre un grande vantaggio: Non addebita commissioni di alcun tipo (0%) sull’acquisto, la vendita o la custodia delle azioni.

Un altro punto importante a favore di eToro è che consente di aggiungere fondi al proprio conto immediatamente con carta di credito, Paypal o bonifico bancario (tra gli altri).

In aggiunta a quanto sopra, eToro.com ha tutte le aziende che abbiamo menzionato in questo articolo disponibili per l’investimento e permette l’acquisto di frazioni di azioni, in modo che anche gli investitori con poco capitale possano investire in grandi aziende nel settore della cannabis.

> Vai su eToro.com per investire in cannabis con commissioni 0% <

 

Rischi da considerare quando si investe in cannabis

Ogni investimento comporta dei rischi. Il mercato della cannabis non fa eccezione. La legislazione mutevole e in continua evoluzione rappresenta un’opportunità ma anche un potenziale rischio quando si investe nella cannabis. 

C’è anche un rischio morale. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) classifica la cannabis come una droga. Inoltre, molte società considerano la sostanza come “immorale” e “irresponsabile”. Questa cattiva reputazione può lasciare fuori sia gli investitori che le aziende non disposte a commercializzare la marijuana o i suoi prodotti.

D’altra parte, una delle caratteristiche del mercato della cannabis è la sua alta volatilità. Le azioni possono salire rapidamente, così come possono cadere durante la notte. Tuttavia, tutto fa pensare che la tendenza a lungo termine sia al rialzo.

 

Avviso legale e di rischio: eToro è una piattaforma multi-asset che offre prodotti CFD e non CFD. Il 67% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre l'alto rischio di perdere i tuoi soldi. Questo contenuto è inteso solo a scopo informativo ed educativo e non deve essere considerato un consiglio di investimento o una raccomandazione di investimento. Prezzi indicativi a scopo illustrativo. La performance passata non è un'indicazione di risultati futuri. La storia di trading presentata è inferiore a 5 anni completi e potrebbe non essere sufficiente come base per una decisione di investimento. eToro USA LLC non offre CFD e non rilascia alcuna dichiarazione e non si assume alcuna responsabilità per quanto riguarda l'accuratezza o la completezza del contenuto di questa pubblicazione, che è stata preparata dal nostro partner utilizzando informazioni pubbliche non specifiche su eToro. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here